Salso-Nibbiano 0-1

Stavolta l’ennesimo miracolo non è riuscito. La favola del Salsomaggiore, dopo 9 salvezze consecutive (passate anche attraverso 5 playout vinti), si interrompe: il club rossoblù abbandona l’Eccellenza dopo la diciottesima sconfitta stagionale, maturata oggi nel drammatico scontro diretto con il Nibbiano. La squadra allenata da Barbarini – arrivata al match senza gli infortunati Morigoni, Carpi, Cristian Bonati (questi ultimi due in panchina solo a onor di firma) e con il giovane Taoussi impegnato con la rappresentativa regionale – si è inchinata dinnanzi al Nibbiano&Valtidone che ha vinto con un gol di scarto siglato al 5′ della ripresa: Piccolo ha insaccato di testa, all’altezza del secondo palo, un traversone messo al centro da Jakimovski che era stato pescato sull’esterno (in presunta posizione di fuorigioco) sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Dopo aver subìto il gol, i termali hanno reagito all’istante nel tentativo di recuperare una partita che valeva la stagione, creando diverse e clamorose palle gol. Lupescu ha mantenuto inviolata la sua porta sui tentativi di Marchignoli, prima, e Fontana, poi, mentre è stato fortunato quando Dioni, a tu per tu, non ha avuto la freddezza giusta per centrare lo specchio. Il forcing finale dei parmensi che ha costretto il team della val Tidone ad arroccarsi nella propria metà campo non è bastato a trovare il pari e al triplice fischio – complici anche i risultati dagli altri campi – si è materializzata la retrocessione. Ultimo in classifica a 24 punti e con sole due partite da giocare, il Salso potrebbe al massimo portarsi al terzultimo posto, ma non potrebbe ridurre a meno di 8 punti il distacco proprio dall’undici allenato da mister Mantelli. 

FORMAZIONE: Matarrese, Frigeri, Morza, Fontana, Marchignoli, Campaore, Berti, Pedretti, Dioni, Compiani. Libreri.

A disposizione: Bonati A., Pilotti, Barani, Toriano, Mesoraca, Bonat C., Carpi, Larzafhi, Marrazzo.

Allenatore: Sig. Barbarini